Anno 2019 - I Edizione

I° Concorso Enologico Internazionale "Serendipity Wines”

DATE: 16, 17, 18 MAGGIO 2019

LOCATION: Scanzorosciate (BG)

CAMPIONI IN DEGUSTAZIONE: 124

PAESI PARTECIPANTI: 10

NUMERO DI GIURIE: 4

NUMERO DI GIURATI: 40

PAESI DI ORIGINE DEI GIURATI: 14

PREMI ASSEGNATI: 43

33 MEDAGLIE D’ORO

5 MEDAGLIE D'ARGENTO

5 PREMI DELLA STAMPA

 

Visite:

GIOVEDI’ POMERIGGIO

Percorso Guidato alla scoperta di Trescore con aperitivo presso l’Albergo Ristorante Della Torre. Cena di Benvenuto presso il Ristorante Il Negrone di Scanzorosciate.

VENERDI’

Visita al centro storico di Lovere.

SABATO

Tavola Rotonda presso la Sala Consigliare del Comune di Scanzorosciate.

“Una vista a 360° sul mondo dei Serendipity Wines”

Banco d’assaggio dei vini vincitori presso il chiostro dell’ex-monastero di San Paolo d’Argon (Bergamo).

Relatori:

Giorgio Lazzari - Segretario della Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori della Bergamasca

Milena Lambri – Ricercatore Università Cattolica di Sacro Cuore, Piacenza – “Passiti”

Luca Castelletti – titolare dell’enoteca storica “Enoteca Al Ponte”- “I vini emozionali nel mondo”

Constantine Stergides – Giornalista del vino (Grecia)- “Il Nettare greco”

Giorgio Colli – Docente di analisi sensoriale degli alimenti - “Considerazioni intorno all’assaggio e alla valutazione dei vini speciali e passiti”

Manuela Violoni – amministratore Centro Studi Assaggiatori - “L'analisi sensoriale dei Serendipity Wines tra emozione e oggettività”

SERENDIPITY WINES SCOPRE UN MONDO ENTUSIASMANTE
33 le medaglie d’oro assegnate al termine del Primo Concorso Enologico Internazionale “Serendipity Wines”

124 i campioni di vino iscritti al primo concorso enologico internazionale “Serendipity Wines” 2019, che si è svolto lo scorso 17 maggio 2019 a Scanzorosciate (Bergamo). Quaranta i giudici internazionali provenienti da 14 paesi che li hanno degustati.
10 le nazioni produttrici che hanno deciso di inviare i propri vini passiti, liquorosi, fortificati e aromatizzati a quello che a tutti gli effetti è stato considerato un vero e proprio esperimento nel settore dei concorsi enologici. “La stessa OIV, che ha voluto essere presente per svolgere il ruolo di supervisione del concorso alla sua data zero in vista di un probabile patrocinio delle prossime edizioni, ci ha definiti degli sperimentatori” ha sottolineato Enrico Rota, presidente dell’Associazione Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori Bergamaschi.
Un concorso, Serendipity Wines, che nasce da un’idea dell’enologo Sergio Cantoni e che si propone come obiettivo quello di favorire l’incontro con vini che, nella vita di tutti i giorni, possono risultare più difficili da incontrare. “Si tratta di vini”, ha specificato Cantoni, “profondamente radicati nella cultura e nella tradizione dei territori che li producono, vini che rappresentano l’eredità più antica e tradizionale dei propri territori. Sono vini dei quali spesso si sente parlare ma che in pochi hanno l’opportunità di conoscere davvero”.
Da qui la scelta di ospitare a Bergamo, e in particolare a Scanzorosciate, culla del Moscato di Scanzo DOCG, piccola perla rara della produzione enologica orobica, questa prima edizione del Concorso.

Una tre giorni, quella di Serendipity Wines, che ha visto per protagonisti i 124 campioni in concorso, certo ma anche le bellezze turistiche, culturali e naturalistiche del territorio bergamasco. I 40 giudici internazionali (tecnici e giornalisti) convocati a Bergamo da 14 Paesi nel mondo hanno infatti avuto modo di scoprire le bellezze di località come Trescore Balneario e Lovere e di godere delle eccellenze enogastronomiche bergamasche nel corso delle cene organizzate nel corso dell’evento.
Evento che ha avuto due momenti clou: la degustazione a porte chiuse dei vini in concorso, che ha visto riunite le 4 commissioni nella mattinata di venerdì 17 maggio 2019; e la tavola rotonda sul tema “Una vista a 360° sul mondo dei Serendipity Wines” sabato 18 maggio 2019 nella sala consiliare di Scanzorosciate, al termine della quale sono stati annunciati i vincitori.

33 le medaglie d’oro assegnate. 29 a vini italiani (11 a vini lombardi, di cui 9 a vini bergamaschi; 6 a vini veneti, 5 a vini piemontesi, 2 rispettivamente a vini trentini, siciliani e toscani e 1 a un vino sardo), 2 a vini Serbi e una rispettivamente a vini austriaci e ungheresi.
5, invece, le medaglie d’argento: 4 a vini italiani e 1 ad un vino portoghese.
I risultati ufficiali sono disponibili nell’apposita sezione del sito www.serendipitywines.it suddivisi nelle 6 categorie previste dal regolamento (vini passiti rossi secchi tranquilli, vini passiti bianchi secchi tranquilli, vini passiti rossi dolci tranquilli, vini passiti bianchi dolci tranquilli, vini liquorosi e fortificati, vini aromatizzati).
5 i Premi della Stampa che sono stati ottenuti da 3 vini italiani, 1 vino austriaco e 1 vino ungherese.
Un grazie alle istituzioni che hanno sostenuto l’iniziativa in primis alla Associazione Strada del vino Valcalepio e dei sapori bergamaschi e poi alla regione Lombardia, alla provincia di Bergamo, alla Camera di Commercio di Bergamo, ai comuni di Scanzorosciate e di San Paolo d’Argon.

I vini vincitori sono stati messi in degustazione aperta al pubblico negli spazi del chiostro dell’ex monastero di San Paolo d’Argon sabato 18 e domenica 19 maggio 2019.

4 Maggio 2019.
Una tre giorni intensa in terra bergamasca che mette sin da subito in chiaro l’obiettivo di promozione turistica territoriale degli organizzatori.
Dopo un primo momento di accoglienza dei degustatori stranieri, che rappresentano una buona maggioranza del totale dei convocati per questa Prima Edizione dell’innovativo concorso, gli stessi verranno accompagnati in un tour alla scoperta del fascino dell’Oratorio Suardi e della Chiesa Parrocchiale di Trescore Balneario. Nel pomeriggio di venerdì, invece, si è scelto di accompagnare i giudici in un tour di Lovere e in una passeggiata alla scoperta del lago.
Per mostrare agli ospiti anche un importante aspetto dello stile di vita bergamasco (e italiano, più in generale) si è poi deciso di organizzare un aperitivo nella cornice della piazza centrale di Trescore Balneario, che darà modo a tecnici e giornalisti internazionali di apprezzare a pieno il fascino del centro storico, accompagnato dalle eccellenze del territorio orobico.
Eccellenze enogastronomiche che, capitanate dai vini Valcalepio DOC e Terre del Colleoni DOC del Consorzio Tutela Valcalepio e dai Moscato di Scanzo DOCG del Consorzio Tutela Moscato di Scanzo, saranno il vero focus anche delle cene e dei pranzi organizzati per la kermesse. Ad ospitare la cena di benvenuto sarà il Ristorante Il Negrone di Scanzorosciate, mentre la cena di gala si svolgerà nella cornice del Castello del Vescovado.
Fulcro vero e proprio del 1° Concorso Enologico Internazionale “Serendipity Wines” sarà, naturalmente, la degustazione dei vini iscritti alla competizione. Ricordiamo ancora una volta che si tratta di vini passiti, aromatizzati e fortificati, una categoria davvero inedita per un concorso internazionale, elemento che rende Serendipity Wines un unicum nel panorama dei concorsi enologici internazionali.
Le degustazioni delle commissioni di giudici, tecnici e giornalisti, si svolgeranno a porte chiuse nella Palestra di Scanzorosciate nel corso della mattinata di venerdì 17 maggio 2019 ma i risultati delle stesse degustazioni, annunciate già sabato 18 maggio 2019 alle ore 12.30 presso la sala consigliare del comune di Scanzorosciate al termine di una tavola rotonda con relatori internazionali sul tema “Una vista a 360° sul mondo di Serendipity Wines” saranno degustabili dal pubblico a partire dalle 15 dello stesso sabato 18 maggio 2019 presso l’Abazia di San Paolo d’Argon.
Il banco d’assaggio aperto al pubblico rimarrà aperto nella giornata di sabato 18 maggio 2019 dalle 15 alle 19 e nella giornata di domenica 19 maggio 2019 dalle 11 alle 18. L’ingresso alla degustazione avverrà previo versamento di una quota simbolica raccolta dalla ONLUS Nepios.

Il piacere di scoprire qualcosa di inaspettato e imprevedibile.
L’incredibile scoperta di una piacevole novità durante la ricerca di qualcosa di totalmente diverso.
La fortuna che si presenta sotto forma di scoperta di cose preziose delle quali non solo non eravamo a conoscenza ma che nemmeno stavamo cercando.

Tutto questo è Serendipity

Il termine, oramai inserito nella lingua inglese colloquiale, ha un’origine antica e affascinante.
Il primo a utilizzare “serendipity” in inglese fu Horace Walpole, bisogna però riconoscere che Walpole non inventò il termine; si ispirò, invece, ad una storia della tradizione persiana "I tre principi di Serendippo" che narra la vicenda di tre giovani principi che si ritrovano a scoprire cose assolutamente inaspettate, quasi per caso, nel corso di altre imprese. 

Di "serendipità" si è parlato poi in contesti più recenti anche nell'ambito scientifico.
Volendo parlare per ipotesi possiamo quasi dire che in ogni scoperta, come del resto in ogni aspetto della vita reale, deve essere insito qualche elemento di casualità: quell'elemento è la Serendipity.

Queste sono le basi sulle quali è nato il 1° Concorso Enologico Internazionale “Serendipity Wines”. Lo scopo degli organizzatori è dare l’opportunità al pubblico di scoprire quei vini che, nella vita di tutti i giorni, risultano più difficili da incontrare.
Serendipity Wines nasce per favorire l'incontro inaspettato e piacevole con vini speciali, capaci di emozionare, di trasmettere sensazioni positive e totalmente inaspettate.

Più nello specifico, i vini ammessi al Concorso Enologico Internazionale “Serendipity Wines” sono vini passiti, liquorosi, fortificati e aromatizzati.
Si tratta di tutti quei vini che, nel corso degli anni, hanno ricevuto le più varie definizioni: da meditazione, da rilassamento, da conversazione … ecco, a noi noi piace definirli Serendipity Wines, i vini inaspettati che ti sorprendono in maniera positiva e ti lasciano un'emozione.

Il Concorso Enologico Internazionale “Serendipity Wines” è promosso dall’Associazione Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori Bergamaschi sotto la supervisione dell’Organisation de la Vigne et du Vin (OIV) e con il supporto scientifico del Centro Studi Assaggiatori di Brescia.

La struttura di “Serendipity Wines” è piuttosto concentrata ma mira a raccontare, oltre ai vini in concorso, anche il territorio ospite della manifestazione, la provincia di Bergamo.
Tre sono le giornate di svolgimento del Concorso: un giovedì, un venerdì e un sabato.

A degustare e giudicare i vini in concorso saranno giudici altamente qualificati divisi in giurie. Le giurie, secondo quanto stabilito dal regolamento, saranno composte per la maggior parte da tecnici (enologi, enotecnici, produttori), sommelier, giornalisti del settore enogastronomico e opinion leader e per la maggioranza di provenienza internazionale.
I risultati delle degustazioni saranno resi noti il sabato mattina, al termine di un incontro di tipo tecnico e nel pomeriggio sarà inaugurato un banco d’assaggio dei vini vincitori aperto al pubblico.

Maggiori informazioni su www.serendipitywines.it.

Documenti disponibili

Le immagini del concorso

Visita Oratorio Villa Suardi & Chiesa parrocchiale Trescore Balneario, Aperitivo al Ristorante Della Torre, Trescore Balneario (BG)
1
2
3
4
5
6
Cena di benvenuto presso il Ristorante Negrone di Scanzorosciate (BG)
1
2
3
4
Sessioni di degustazione Palestra di Negrone, Scanzorosciate (BG)
1
2
3
4
5
6
7
Visita Museo Tadini di Lovere (BG)
1
2
3
Cena di gala al Ristorante Castello del Vescovado, Gavarno di Scanzorosciate (BG)
1
2
3
4
Tavola Rotonda Comune di Scanzorosciate (BG)
1
2
3
4
Banco d'assaggio vini vincitori, Abbazia di San Paolo d’Argon (BG)
1
2
3
4
5
6
7
8